«Tra le oltre 9000 bottiglie presentate alla Leopolda la nostra etichetta RBB ha confermato il gradimento delle passate edizioni risultando una sorta di “sorpresa” soprattutto per gli operatori». Lo ha detto il neo presidente di Cantina Colline del Chianti, Malcolm Leanza, intervistato da Valdelsa Sette e Chianti qualche settimana fa, post Chianti Classico Collection alla Leopolda. Cantina Colline del Chianti, che riunisce oltre 200 piccoli viticoltori della zona del Chianti e ha sede a Poggibonsi, ha partecipato all’anteprima tra le diverse aziende. «L’elemento sorpresa – ha specificato Leanza – non è stato solo il fatto che si tratta di un eccellente Chianti Classico (la qualità della denominazione è già di per sé alta, meritatamente per i tanti produttori), ma soprattutto che sia il risultato di una realtà cooperativa». Il presidente ha specifico inoltre che durante l’anteprima la Cantina ha avuto la possibilità di incontrare operatori e non solo, italiani e stranieri, «un campione rappresentativo del mercato». Positivo dunque il bilancio del Chianti Classico Collection. «Sì, decisamente – così Leanza ha risposto alle domande del giornale – La seconda giornata si è sovrapposta all’anteprima del Nobile. Questo ha senso in una logica di promozione regionale per cui i giornalisti invitati riescono in due, tre giorni a fare una sintesi degli eventi legati alle denominazioni principali. In relazione al nostro operato, eventi di questa visibilità vanno preceduti sempre più da un lavoro preparatorio di relazione e contatti».

Categorie: News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *